Gestire l’oasi è un lavoro a tempo pieno per Daniela: nutrirli, pulire, curare i malati…

La legge, purtroppo, ha lasciato grossi buchi di competenze, e quindi, a parte un piccolo (ancorché prezioso) sostegno da parte del Comune di Castellanza (che ha dato la terra e che fornisce l’acqua gratuitamente) il mantenimento degli animali, sia in termini economici che in termini fisici è lasciato ai volontari, alle iniziative e alla generosità individuali.

Ogni sostegno, quindi, sia in termini economici che in termini di lavoro fisico, idee, pubblicità, adozioni a distanza è semplicemente fondamentale.

Grazie. Della vostra attenzione e del vostro sostegno.