Kimari, con quell’aria un po’ misteriosa ed un certo fascino orientale, è arrivata circa 2 anni fa, insieme ad Asia.

Sono state portate all’Oasi dal loro proprietario, lo stesso che le aveva trovate per strada da piccole e le aveva adottate, a causa di un trasloco.

Kimari ed Asia vivono in simbiosi e non è difficile vederle camminare con le code intrecciate.

Kimari ed Asia sono sane, adottarle significa contribuire al loro mantenimento ed alle vaccinazioni annuali.